firma fiammetta


QUANDO IL MARMO INCONTRA LA MODA by COLLEZIONI ACCESSORI

FANTASTIC NEW INTERPRETATIONS OF A TRULY NOBLE MATERIAL ARE BORN FROM 100% MADE IN ITALY CRAFTSMANSHIP / DALL’ARTIGIANALITÀ AL 100% MADE IN ITALY NASCONO FANTASTICHE RIVISITAZIONI DELLA MATERIA PRIMA PIÙ NOBILE
by Noemi Agnani

/EN
When thinking about marble, the first thing that springs to mind
are Ancient Greece majestic temples and the marvellous statues
by Bernini or Canova. The word marble derives from the ancient
Greek μάρμαρος term that means “shining stone”, therefore illustrating
how the natural shine of this material makes it unique and
majestic. It is therefore not surprising that in recent years the use
of marble has become more extensive in the world of fashion
and especially in accessories, transforming it from a precious material
to an authentic precious detail. Some Italian brands from
the Carrara district in Tuscany, one of the most famous marble
extraction sites in the world, are pioneers of this new development.
Valeria Eva Rossi, an architect from Carrara who has
always nurtured a great passion for the stone associated of her
territory, turned her enduring love into Pietraquadra. Processing
the marble and creating each piece entirely in Tuscany, the jewels
by the small brand are inspired by the numerous travels that influenced
the aesthetics and the vision of elegance, sensuality and
contemporaneity of the designer. Another 100% Tuscan brand is
53.0, a small division of a family business that produces marble
floors, which creates small marble decorations such as brooches,
evening bags and heels. 53.0 has already collaborated with several
well-known fashion houses for the realisation of marble details
and accessories and is expanding its offer even more thanks to
the use of sophisticated technologies and processing techniques
to give lightness to a intrinsically “heavy” material. Further confirmation
of how much marble is becoming important in contemporary
fashion at the ‘Unexpected Lightness’ event organised
at Cava Fantiscritti Stronato in Carrara. Influencers, bloggers, celebrities,
industry experts and important representatives of the
Italian media gathered in this fantastic location to see the fashion
show and presentation of the collections by two 100% Italian
brands that are reinterpreting the use of marble. The collection
of genderless silk pyjamas by LT Gold Standard by Ludovico Torri,
a 21-year-old designer, is embellished with marble buttons in
different shades of colour, combining therefore loungewear with
glamour. The bejewelled buttons are by Zona 67, a small brand
created by Fiammetta Vanelli that makes wonderful jewels. Heir
to a great family tradition in the world of marble, Fiammetta
brings this precious stone to its most elegant level, turning it into
unique and timeless objects.

/IT
Quando si parla di marmo la prima cosa che appare nell’immaginario
comune sono i maestosi templi greci o le meravigliose
statue del Bernini o di Canova. La parola marmo deriva dal greco
antico μάρμαρος con il significato di “pietra splendente”. È facile
immaginarne il perché: la lucentezza di questo materiale infatti è
proprio ciò che lo rende unico e maestoso. Non stupisce quindi
che negli ultimi anni l’uso del marmo abbia conquistato anche la
moda, specialmente nel mondo dell’accessorio, trasformandosi
da materia prima pregiata a vero e proprio dettaglio prezioso.
Pionieri di questa nuova lavorazione sono alcuni brand italiani
legati alla zona geografica di Carrara in Toscana, uno dei siti di
cave più conosciuti e rinominati nel mondo. Valeria Eva Rossi è un
architetto di Carrara che da sempre nutre un grande amore per
la pietra della sua terra, tanto da decidere di trasformare questa
passione in lavoro con il brand Pietraquadra. La lavorazione del
marmo e la realizzazione dei gioielli avviene totalmente in Toscana
e i pezzi risentono dell’influenza che i numerosi viaggi hanno
apportato alla visione estetica di eleganza, sensualità e contemporaneità
della designer. Un altro brand al 100% toscano è 53.0,
un distaccamento dell’azienda di famiglia produttrice di pavimenti
in marmo, che crea piccole decorazioni in marmo come spille,
borsette da sera, e tacchi. 53.0 ha già collaborato con diverse
note case di moda per la realizzazione di dettagli in marmo e sta
espandendo sempre più la propria offerta grazie anche all’utilizzo
di sofisticate tecnologie e tecniche di lavorazione per conferire
leggerezza a questa materia di natura “pesante”. Un’ulteriore
conferma di quanto il marmo si stia affermando all’interno del
panorama fashion contemporaneo è stata data dall’evento “Inaspettata
Leggerezza” organizzato presso la Cava Fantiscritti Stronato
a Carrara. In questa fantastica location influencers, bloggers,
celebrities, esperti del settore e nomi importanti della stampa
italiana si sono riuniti per partecipare alla sfilata e presentazione
delle collezioni di due brand, ancora una volta, al 100% italiani
che hanno reinterpretato l’utilizzo del marmo. La linea di pigiami
genderless in seta firmata LT Gold Standard di Ludovico Torri,
designer 21enne, è impreziosita da bottoni in marmo con diverse
sfumature di colore, in un connubio fra loungewear e glamour. I
bottoni gioiello di questa collezione sono opera del brand Zona
67 di Fiammetta Vanelli, che oltre a questi piccoli dettagli realizza
anche meravigliosi gioielli. Erede di una grande tradizione
familiare nell’ambito del marmo, Fiammetta porta questa pietra
preziosa al suo stadio più elegante, declinandola in oggetti unici
e senza tempo.